Agricoltura urbana = agricoltura verticale

da

Con le crescenti perdite nell’agricoltura a livello globale, come il degrado della terra a causa di l’erosione (da parte del vento o dell’acqua), l’urbanizzazione, la perdita di prodotti agricoli a causa del cattivo tempo o della loro natura deperibile e la perdita di bestiame a causa di malattie ed epidemie, è diventato sempre più importante esplorare altre forme di agricoltura come l’agricoltura verticale.

definizione di agricoltura verticale

L’agricoltura verticale è un tipo di agricoltura in ambiente controllato in cui le piante vengono coltivate impilate in strati verticali.

foto di Satoshi KINOKUNI da wikipedia con licenza Creative Commons Attribution 2.0 Generic

perché l’agricoltura verticale

Le innovazioni agricole come l’agricoltura verticale sono cruciali per molte ragioni, tra cui:

  • garantire la sicurezza alimentare aumentando la produzione di cibo soprattutto nelle regioni aride.
  • affrontando l’uso efficiente dell’acqua, secondo l’USDA ERS – Irrigation & Water Use, l’agricoltura tradizionale è responsabile dell’80-90% del consumo d’acqua negli Stati Uniti. Con l’agricoltura verticale si usa fino al 95% di acqua in meno perché si perde meno acqua per evaporazione (le fattorie verticali sono sistemi chiusi, il che significa che l’acqua che può evaporare non ha un posto dove andare e quindi può essere riciclata e riutilizzata).
  • fornitura di cibo tutto l’anno, le colture non hanno bisogno di essere coltivate secondo le stagioni perché l’agricoltura verticale non dipende dal tempo.
  • nessun bisogno di fungicidi e pesticidi: i parassiti non possono entrare nell’ambiente controllato e causare danni alle colture e malattie fungine, il che significa che le colture coltivate sono biologiche.
  • La coltivazione in verticale permette di risparmiare spazio e quindi di ottenere una maggiore resa del raccolto per piede quadrato di terreno utilizzato.
  • Il tempo non influisce sui raccolti. Gli agricoltori verticali non hanno bisogno di preoccuparsi che il tempo avverso influenzi le loro coltivazioni perché le loro fattorie sono completamente chiuse e controllate dal punto di vista climatico.

Con l’agricoltura verticale si usa fino al 95% di acqua in meno perché si perde meno acqua per evaporazione (le fattorie verticali sono sistemi chiusi, quindi l’acqua che può evaporare non ha dove andare e può essere riciclata e riutilizzata)

agricoltura verticale, un’innovazione urbana

Dato che l’agricoltura verticale è più concentrata nelle aree urbane, la si può considerare un’innovazione urbana. Molti rivenditori urbani si stanno adattando a questa innovazione rivoluzionaria, e questo significa che i consumatori possono ora acquistare direttamente dalle fattorie urbane, non dovendo più viaggiare fino alla periferia della città per avere prodotti biologici freschi.

Molti abitanti delle città stanno anche adottando il metodo dell’agricoltura verticale nelle loro residenze private (sia per il consumo privato che commerciale). Le città stanno diventando autosufficienti nella produzione di cibo.

Poiché le fattorie verticali possono essere situate ovunque e in spazi più piccoli, è necessario fare di più per educare le persone su questa impressionante innovazione agricola. I finanziamenti devono essere messi a disposizione degli agricoltori, poiché i fondi necessari per costruire una fattoria verticale possono essere esorbitanti. La popolazione mondiale continuerà ad aumentare e combinata con gli effetti del riscaldamento globale, è chiaro che l’agricoltura verticale è il futuro.